Trattamenti Fisioterapia


IONOFORESI

IonoforesiTrattamento

Il termine IONOFORESI indica il trasporto di ioni. Nella pratica questo avviene attraverso l’introduzione di un farmaco nell’organismo per via transcutanea per mezzo di una corrente continua generata da un apposito apparecchio.
Con la IONOFORESI si evita la somministrazione del farmaco per via orale, intramuscolare o endovenosa; inoltre è possibile applicare il farmaco direttamente nella parte del corpo interessata attraverso l’introduzione del solo principio attivo, senza eccipienti.

Applicazione

Il farmaco viene applicato sull’elettrodo corrispondente alla sua polarità; successivamente si applica la placca con il farmaco sulla zona da trattare e l’altra placca ad una distanza di circa 20/30 cm. La corrente veicolerà il farmaco all’interno dei tessuti e gli ioni si sposteranno verso il polo opposto fino al completo assorbimento del farmaco.

FISIOROMAN consiglia l’uso della IONOFORESI in caso di: affezioni dolorose (algie) dell’apparato muscolo-scheletrico, derivanti da artrite, artrosi, sciatica, lombalgia, cervicale e strappi muscolari.
L’applicazione del solo principio attivo direttamente sulla parte interessata permette al farmaco ionizzato di legarsi a proteine protoplasmatiche specifiche, aumentandone il tempo di permanenza nelle sedi anatomiche interessate. Questo permette di somministrare minori quantità di farmaco rispetto ad altre tipologie di somministrazione.

Ulteriori vantaggi. La tipologia di somministrazione permette di evitare gli effetti collaterali che potrebbero invece presentarsi attraverso la somministrazione del farmaco per via orale, intramuscolare o endovenosa. Con la IONOFORESI è possibile evitare che il farmaco entri nel circolo vascolare e di conseguenza in tutto l’organismo.
Inoltre l’applicazione del farmaco direttamente sulla parte interessata diminuisce notevolmente i tempi di recupero.