Trattamenti Fisioterapia


DIADINAMICA

Diadinamica

TRATTAMENTO


Nella terapia DIADINAMICA si utilizzano due elettrodi la cui grandezza varia in base all’estensione dell’area da trattare. Il primo elettrodo, quello attivo, viene posizionato in corrispondenza della parte maggiormente dolorante; il secondo viene collocato in prossimità del primo. Le correnti applicate vengono regolate sulla base della indicazioni del paziente che segnala la soglia di percezione dello stimolo e quella del dolore. Le correnti diadinamiche sono formate da onde con impulsi unidirezionali e positivi. Questa tipologia di onde si ottiene modificando la corrente elettrica sinusoidale a bassa frequenza e attraverso la combinazione tra le diverse onde che dà origine a diverse tipologie di corrente; monofase; corrente difase; a corto periodo; a lungo periodo; sincopata.

Applicazione

L’utilizzo delle correnti diadinamiche – grazie all’effetto analgesico, trofico ed eccitomotorio – è consigliato nei casi di tendinite (al gomito, polso, spalle, ginocchio e caviglia); in caso si postumi dolorosi e traumi articolari; nelle artropatie acute e croniche; e nel caso di algie muscolari.